Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.

logo sito

Corso del primo anno

CORSO 2017-18

Docenti: Giulio Locatelli e Luca Mapelli
Le lezioni del primo anno si svolgono il Martedì a partire dal 10 Ottobre 2017

Cosa mai si diranno un cowboy e un astronauta che si incontrano in un grande magazzino? Perché un malinconico cucchiaio ha una paura matta di una minestrina? E a cosa porteranno cavalli volanti, pozzi miracolosi, malviventi con un debole per le stringhe di liquirizia?... tutto questo è materiale per l'improvvisazione teatrale, dove come unica scenografia si utilizza la fantasia di improvvisatori e spettatori.

L'Improvvisazione teatrale è una forma di teatro senza copione, dove quindi l'improvvisatore è autore, attore e regista della messa in scena, il tutto condensato nel medesimo istante, quello della performance stessa.

Per raggiungere questo risultato l'attore deve innanzitutto sviluppare

  • "CREATIVITA'": non semplicemente l'estro talentuoso di trovare "la genialata", ma in maniera più ampia la capacità di portare avanti una storia o una situazione senza creare uno straniamento nello spettatore.

Inoltre, essendoci sul palco più teste pensanti contemporaneamente, è necessario l'allenamento e lo sviluppo di  alcune attitudini che si possono riassumere in:

  • "ACCETTAZIONE": accogliere le "offerte sceniche", le idee degli altri attori per facilitare il progresso delle storie
  • "GENEROSITA'": rendersi conto che non esistono errori e che ogni contributo è un nuovo elemento per lo sviluppo della scena
  • "ASCOLTO": cogliere le parole, i gesti, i movimenti degli altri attori è fondamentale per mettere in atto giochi e relazioni che aggiungono sostanza alle storie

 Il corso è volto a creare una base su cui sviluppare questi requisiti, attraverso

- esercizi di riscaldamento fisico

- esercizi di concentrazione e apertura mentale

- esercizi di tecnica individuale

- improvvisazioni a due o più attori

- analisi dei cardini su cui si poggia l'improvvisazione